buone-vacanze

5 regole per prevenire i furti durante l’estate

La stagione più attesa dell’anno è arrivata: caldo, sole, mare, magari le sospirate vacanze e… città quasi deserte!
Purtroppo, è risaputo che il periodo estivo, insieme alle ferie tanto desiderate quanto meritate, porta con sé l’aumento dei furti in abitazione. I ladri sfruttano infatti i “giorni di desolazione” per agire indisturbati, o quasi.
Considerando l’imminente partenza per le vacanze (anche la nostra!) vi ricordiamo alcuni accorgimenti che, se messi in atto, possono davvero aiutare a prevenire intrusioni indesiderate.
Vediamoli insieme.

  1. La prima regola è, come spesso abbiamo detto, quella di prestare sempre attenzione ai gesti che generalmente eseguiamo in automatico. In un post precedente avevamo visto come il 34% delle intrusioni indesiderate in abitazione avviene per via di una porta o di una finestra lasciati involontariamente aperti. Ciò che può sembrare una disattenzione, una svista di poco conto, come dimenticare una finestra aperta, può diventare l’occasione che i malintenzionati aspettavano da tempo.
  2. La seconda regola è basilare e, anche questa, non vale solo durante il periodo estivo. È sempre bene investire in un “sistema porta” che possa garantire il massimo della sicurezza.
    Dotarsi di una porta blindata, oppure attrezzare la porta che già possediamo per renderla più sicura, è in primis un metodo per proteggerla dai ladri improvvisati (quelli, la maggioranza, che attaccano la porta con leve, mazze e altri metodi cosiddetti “di forza bruta”), ma anche un modo per complicare decisamente i tentativi dei ladri professionisti, che utilizzano tecniche più sofisticate, come il lock picking o il key bumping.In ogni caso, anche a tutti gli altri accessi all’abitazione va garantito un certo livello di protezione, in quanto non avrebbe molto senso dotarsi di un’ottima difesa sulla porta d’ingresso lasciando invece ad esempio totalmente indifesa una portafinestra su un giardino o su un balcone accessibile
    (leggi qui come proteggere tutti gli accessi alla nostra abitazione).
  3. Se possibile installare, e ricordarsi di attivare sempre, prima di uscire, un sistema di allarme elettronico. Può capitare di possedere tutti gli elementi necessari per proteggere la propria abitazione e che questi si rivelino completamente inutili, semplicemente perché non attivati (vedi punto 1!).
    Alcuni tipi di allarme elettronico possono essere utili anche contro le dimenticanze. Infatti, al momento dell’attivazione, i sistemi più evoluti indicano quali accessi (che siano porte, finestre, portefinestre o abbaini) sono rimasti aperti.
  4. Un’altra accortezza è quella di lasciare una copia delle chiavi ad una persona di fiducia. È importante che la nostra abitazione non appaia disabitata. Per fare in modo che ciò non accada, la persona di fiducia ritirerà la posta per noi (una cassetta delle lettere colma di buste e pubblicità è il primo sintomo dell’assenza di chi vi abita) e si occuperà dell’abitazione, (ad esempio accendendo qualche luce e/o la tv, per brevi periodi, in orari diversi nel corso dei giorni). Nonostante i ladri siano probabilmente a conoscenza del fatto che i proprietari siano fuori città, saranno comunque scoraggiati nel tentare un’intrusione, notando un movimento quotidiano non pianificabile all’interno dell’abitazione.
  5. Infine, un “problema” più recente è quello dei social network. Attraverso i nuovi social possiamo addirittura rendere pubblica la nostra posizione, come anche ogni minimo spostamento ma, in termini di sicurezza e prevenzione dei furti, non sarebbe il comportamento migliore da tenere.
    A nostro avviso non è necessario privarsi del condividere un’immagine della vacanza sul web, è però utile che solo un numero ristretto di persone possa prenderne visione. Quasi tutti i social network ci permettono di scegliere l’impostazione della privacy che preferiamo.
    Inoltre, per quanto riguarda l’indirizzo di posta elettronica, non è opportuno attivare il messaggio di risposta automatico per ogni mail ricevuta, che farebbe inevitabilmente sapere a tutti della nostra assenza.

Ci auguriamo che questi consigli possano risultare utili, consentendo di andare in vacanza, senza troppi pensieri!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


tre + = cinque

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>