armadi_meccanismo_chiusura

Armadi di sicurezza: a chiave, con combinazione elettronica o biometrica?

Uno dei dubbi principali che può venire a chi vuole acquistare un armadio di sicurezza (armadio porta fucili o porta documenti) è la scelta del tipo di serratura. Esistono, infatti, diverse tipologie di meccanismo:

  • a chiave 
  • a combinazione elettronica 
  • biometrica 

Scopriamo i pro e i contro di ognuno di questi meccanismi di chiusura, per capire come si possono adattare alle diverse esigenze:

1) Serratura meccanica a chiave

La serratura a chiave ha il pregio di essere semplice e generalmente meno costosa. Presenta però un importante problema di sicurezza: la gestione della chiave. Se si lascia la chiave nello stesso luogo dell’armadio, esiste il rischio che persone non autorizzate la possano trovare. Pensiamo, ad esempio, al pericolo che può costituire un armadio porta fucili con una chiave che può essere trovata da bambini o ragazzi che vivono in casa. Oppure il rischio che la chiave di un armadio porta documenti possa essere trovata da chiunque frequenti l’ufficio in cui si trova.

Un’alternativa potrebbe essere quella di portare la chiave sempre con sé, ma questo potrebbe risultare scomodo ed espone al rischio di perderla, farsela rubare o copiare.

Una soluzione sicura sarebbe quella di custodire la chiave in un ambiente diverso da quello in cui si trova l’armadio, a discapito però, della comodità.

2) Serratura con combinazione elettronica

La serratura a combinazione elettronica, eliminando la chiave, risolve alla radice tutti i problemi legati alla gestione della stessa. Oltre alla praticità del non dover nascondere la chiave, questa soluzione offre un ulteriore vantaggio: quello di poter contare su un numero altissimo di combinazioni possibili.

Armadio di sicurezza porta fucili elettronico  “Compact” Viro

L’armadio di sicurezza porta fucili elettronico “Compact” Viro, ad esempio, possiede fino a 100 milioni di combinazioni possibili. Il cambio codice ovviamente è consentito solo a sportello aperto. 

La soluzione che alcuni armadi elettronici adottano, cioè quella di avere un pulsante interno che, se premuto, permette il cambio combinazione, non è la migliore possibile. Infatti, un malintenzionato che conosca la posizione del pulsante, potrebbe tentare di forare la cassa con un trapano e poi con un ferretto premere il pulsante interno per inserire un nuovo codice. Per questo, gli armadi migliori, sono dotati di un microinterruttore nel meccanismo che rileva l’apertura della porta e consente di cambiare la combinazione solo quando lo sportello è aperto.

3) Serratura biometrica

Le serrature biometriche consentono l’accesso tramite la lettura di una caratteristica fisica univoca di ogni individuo come l’impronta digitale. Pratica e sicura perché unica, l’impronta digitale non è duplicabile e non corre il rischio di essere smarrita o trovata da qualche malintenzionato. Possiamo dire che è sempre letteralmente “a portata di mano”.

Gli armadi di sicurezza di questo tipo, adatti per salvaguardare documenti sensibili, sono in genere in grado di memorizzare numerose impronte digitali, consentendone quindi l’uso a persone diverse, anche in aziende e uffici. 

Armadio di sicurezza “Ram-Touch II” Viro

Nei sistemi più evoluti, come l’armadio di sicurezza “Ram-Touch II” Viro, si ha la possibilità di usare indistintamente fino a 16 impronte e 16 codici (come in un armadio a combinazione elettronica) a seconda delle proprie preferenze. Inoltre, una delle impronte può essere impostata come “Master” ed essere richiesta ogni volta che si debbano memorizzare o cancellare altre impronte nell’armadio. 

L’armadio “Ram-Touch II” mette inoltre a disposizione diverse funzioni come  l’archivio storico delle operazioni effettuate (aperture, modifiche alle impostazioni, ecc.) che torna particolarmente utile per monitore l’utilizzo dell’armadio da parte di utenti multipli.

È bene precisare che sia le versioni elettroniche che quelle biometriche possono essere dotate di una chiave per l’apertura di emergenza, utilizzabile in caso di batterie scariche o se l’elettronica si è danneggiata a causa di eventuali tentativi di furto. Questa chiave potrà essere custodita in un ambiente diverso rispetto a quello in cui si trova l’armadio, in quanto il suo uso sarà limitato ai soli casi di emergenza. 

>> Scopri l’assortimento degli armadi di sicurezza Viro!

>> Scopri tutte le caratteristiche elettroniche dell’armadio “Compact” Viro!

>> Scopri le funzioni avanzate dell’armadio “Ram Touch II” Viro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− sei = tre