Archivio della categoria: Casseforti

display-ram-touch

Aprire casseforti e armadi di sicurezza con un dito: il sistema Viro Ram-Touch

Chiunque abbia visto almeno un telefilm poliziesco sa bene che le impronte digitali sono uno dei modi più sicuri per identificare una persona. Sono infatti una caratteristica unica di ogni individuo e non sono riproducibili. Per questo si prestano molto bene ad essere usate anche nel campo del controllo accessi, dove offrono anche il vantaggio di essere sempre, letteralmente, “a portata di mano”.

Infatti, se nei vecchi film le impronte digitali venivano utilizzate solo per identificare chi era stato presente sulla scena di un crimine, in quelli più recenti vengono usate anche per consentire l’accesso a laboratori e locali riservati. Per entrare è necessario appoggiare la mano o il dito su un lettore di impronte digitali, e al cattivo di turno tocca impazzire per riuscire a trovare il modo di ingannare il sistema.

Una volta tanto quello che si vede al cinema e si legge sui romanzi non è fantasia, ma, al contrario, una tecnologia accessibile a tutti.

Una delle implementazioni più evolute nel campo della sicurezza domestica è sicuramente il sistema di lettura di impronte digitali Ram-Touch, che equipaggia una vasta gamma di casseforti e armadi di sicurezza Viro. Continua a leggere

I contatti esterni consentono di collegare una batteria tampone in caso di esaurimento delle pile interne.

Cosa succede quando finiscono le batterie di una cassaforte elettronica?

Le casseforti elettroniche sono prodotti tecnologicamente evoluti, e quindi complessi. È naturale perciò che possano sorgere dei dubbi su quello che può accadere in caso di imprevisto. Uno dei timori più diffusi è di non essere più in grado di aprire la cassaforte una volta esaurite le batterie. Continua a leggere

display casseforti intro

Casseforti economiche con display? Perché diffidarne

Tra computer, smartphone e tablet al giorno d’oggi siamo letteralmente circondati dagli schermi. Può quindi essere naturale pensare che anche una cassaforte debba avere il suo bravo display. Anzi, che la presenza del display sia un indice della qualità di una cassaforte, o almeno del suo contenuto tecnologico. In realtà, invece, la presenza di un display non è sempre un buon segno. Continua a leggere

apertura-cassaforte-664x428

Casseforti: solo con combinazione o con chiave di emergenza?

Può succedere che una cassaforte elettronica non si riesca più ad aprire. Sembra banale ma il motivo più frequente è semplicemente che ci si è dimenticati la combinazione. Un’altra situazione possibile è che si siano esaurite le batterie. Chi deve acquistare una cassaforte elettronica per la prima volta ha in genere anche il timore di non riuscire più ad aprirla a causa di un’avaria elettronica, ma questa, se parliamo di prodotti di qualità e di fabbricazione europea, è in pratica un’eventualità veramente remota.

In tutte queste situazioni è molto utile la possibilità di aprire la cassaforte con una chiave di emergenza. La chiave però, come abbiamo visto, pone un’importante questione di sicurezza. Continua a leggere

elettronica

Le casseforti elettroniche sono affidabili, a patto che…

Usiamo prodotti elettronici tutti i giorni, anzi, ogni giorno di più. Eppure in alcuni casi sulla loro affidabilità sopravvivono vecchi pregiudizi, quasi stessimo parlando di una vecchia radio a valvole, che ogni tanto aveva bisogno di qualche colpo ben assestato per riprendere a funzionare. Nel campo delle casseforti, per esempio, c’è sempre qualcuno disposto a giurare che “quelle meccaniche sono più affidabili”. In realtà al giorno d’oggi costruire casseforti elettroniche affidabili quanto le meccaniche, ma più comode e sicure, è possibile. È vero però che non tutti sono in grado di farlo. Continua a leggere

serratura-casseforti-intro

Qual è la serratura più efficace per la tua cassaforte? A chiave, combinazione elettronica, combinazione meccanica o biometrica?

Quello che si tende a sottovalutare quando si sceglie un sistema di chiusura per la propria cassaforte è che una serratura non deve solo saper resistere ad eventuali attacchi, ma anche consentire, nella pratica quotidiana, una gestione comoda e sicura degli accessi. Anche la serratura migliore è infatti inutile se le sue chiavi di accesso sono facilmente raggiungibili da un eventuale malintenzionato.

Proprio la comodità e la sicurezza nella gestione quotidiana delle chiavi di accesso sono fattori che differenziano in modo sostanziale le diverse tipologie di serrature, vediamo perché. Continua a leggere

da esterno o da incasso

Cassaforte da esterno o da incasso?

Una cassaforte da incasso ben murata è più sicura rispetto ad una cassaforte da esterno, perché è più difficile asportarla o attaccare la cassa. Purtroppo però murare una cassaforte non è sempre possibile. In questo caso si può scegliere un modello da esterno (o da appoggio/da appoggiare), a patto che rispetti alcuni requisiti. Continua a leggere

display-ram-touch

Come riconoscere una buona cassaforte a colpo d’occhio

Siamo in una ferramenta o in un grande magazzino e abbiamo di fronte a noi diversi modelli di casseforti. Ce ne sono di più costose e di più economiche, di marche note e meno note, di semplici e di complicate. Come fare a capire a colpo d’occhio quali prendere in considerazione e quali scartare perché palesemente inadeguate? Alcuni elementi, come la qualità dei materiali, non sono facilmente verificabili ad occhio, ma ci sono diversi indizi che ci possono aiutare a capire se la cassaforte che stiamo guardando è stata progettata e costruita bene o no. Vediamone alcuni.

Lo sportello

È la parte più importante della cassaforte perché contiene il meccanismo di apertura, ed è attraverso di esso che si accede all’interno. È in genere il punto più accessibile e potenzialmente più debole e per questo il primo cui guarda un potenziale ladro. Come deve essere costruito per resistere ad un eventuale attacco? Continua a leggere

Una cassaforte di qualità di riconosce a vista

5 consigli per installare correttamente una cassaforte

Gli attacchi che i ladri possono portare alle casseforti sono agevolati o, al contrario, efficacemente contrastati, da un’installazione più o meno accorta. Vediamo 5 semplici regole che ci permettono di installare la nostra cassaforte in modo da massimizzarne la sicurezza:

Discrezione

La prima regola è che meno persone sanno che c’è una cassaforte in casa, dove è, e come è fatta, e meglio è. Per questo, nel caso di una nuova costruzione, è sempre buona norma evitare di farsi installare la cassaforte in cantiere, dove girano decine di persone. L’installazione va fatta in un secondo momento e sempre affidata ad una persona di fiducia.

Altezza

Sfondare, ma anche scardinare, una cassaforte è tanto più difficile quanto più in alto questa si trova, perché maneggiare gli attrezzi da scasso diventa più complesso e faticoso. Un’ottima posizione è quella ad altezza occhi, che è comoda per chi la usa, ma scomoda per gli eventuali ladri. Dover sollevare la mazza dal basso all’alto per percuotere la cassaforte è decisamente più faticoso e meno efficace che colpire facendola cadere dall’alto verso il basso sullo sportello. Un esempio eloquente di come sia relativamente facile sfondare una cassaforte posta in basso si vede in questo video. Continua a leggere