Ti senti sicuro in casa tua? 5 consigli per aumentare la sicurezza della tua abitazione

Andare a vivere soli è un passo che tutti, o quasi, prima o poi compiono. Talvolta vivere da soli, soprattutto se in una località poco frequentata o isolata, può incutere alcuni timori. Cosa fare per sentirsi al sicuro? Di certo è indispensabile controllare che tutti gli accessi della propria abitazione siano messi in sicurezza. Ma non solo!

  • Il primo passo è assicurarsi che la porta di ingresso, in quanto accesso principale, sia sufficientemente resistente ad ogni tipo di attacco. Infatti un furto su 3 avviene violando la porta di ingresso ed è comune non sentirsi al sicuro se l’accesso principale è protetto solo da una serratura datata e non immune alle nuove tecniche di apertura con destrezza, come il lock-picking o il key-bumping. È sempre bene investire in un “sistema porta” che possa garantire il massimo della sicurezza.
    (Rileggi il post: la tua porta di casa è davvero sicura?)
  • Dopo essersi accertati che la porta principale sia sufficientemente protetta, è indispensabile fare altrettanto con ogni potenziale ingresso. Le finestre e le portefinestre possono essere efficacemente difese con scuri, tapparelle blindate o spranghe, ma anche con allarmi elettronici, così come tutti gli accessi secondari all’abitazione, per esempio tavernette, cantine, garage, lucernai sui tetti etc.
    (Rileggi il post: come difendere la porta del garage)
  • Non è sufficiente munirsi di molteplici sistemi di sicurezza e adottare le giuste precauzioni, se poi ci dimentichiamo di utilizzarli.
    Chiudere le finestre e il garage, attivare l’allarme, controllare che la porta sia chiusa a più mandate, sono gesti automatici che, proprio per questa loro caratteristica, potrebbero inavvertitamente essere dimenticati. Ciò che può sembrare una disattenzione, una svista di poco conto, come lasciare una finestra aperta, può diventare l’occasione che i malintenzionati aspettavano. In un post precedente avevamo visto come il 34% delle intrusioni indesiderate in abitazione avvenga per via di una porta o di una finestra lasciati involontariamente aperti. È  bene quindi prestare sempre attenzione ai gesti che generalmente eseguiamo in automatico.
    Se possibile inoltre, al momento della scelta di quali scuri, persiane e tapparelle utilizzare nella propria abitazione, è bene assicurarsi che questi siano ben bloccabili dall’interno.
  • Quando si progetta un sistema di sicurezza (cioè l’insieme delle protezioni che riguardano tutti i possibili accessi all’abitazione), è necessario fare attenzione che i vari componenti siano bilanciati e non siano presenti alcuni elementi di eccellenza e altri di scarsa qualità (che sono sempre da evitare), soprattutto per quanto riguarda la porta di ingresso.
    Ma ancora più importante è mantenere riservata l’informazione sui sistemi di sicurezza installati, ciò significa far eseguire i lavori inerenti la sicurezza a persone di fiducia o a professionisti certificati, in modo tale che anche i ladri più attrezzati siano ostacolati dalla mancanza di informazioni su ciò che si troveranno di fronte.
  • Mantenere un buon rapporto con il vicinato.

    Conoscere i propri vicini di casa e scambiarsi regolarmente informazioni inerenti la tutela delle proprie abitazioni, generare una rete, è un ulteriore metodo per prevenire i furti. Creare o aderire a gruppi di messaggistica istantanea che aiutino a salvaguardare il proprio quartiere, è un’idea che sfrutta efficacemente la tecnologia attuale e che si sta rapidamente diffondendo.

2 pensieri su “Ti senti sicuro in casa tua? 5 consigli per aumentare la sicurezza della tua abitazione

  1. Giorgio Fiorentini

    Anche questo è un articolo molto interessante, bravi ! Mi permetto di segnalarvi due cose, che mi riguardano, e potrebbero essere, per voi, fonte di “ispirazione”.
    1- abito al centro di Lecce, in un condominio ( di ceto medio-alto) al quarto piano, purtroppo mia moglie, non che vede bene, non abbassava le tapparelle ed una mattina, alle 4, un malvivente è salito sul balcone dal tubo del gas. Fortunatamente avevo predisposto un faretto, col sensore, che ha fatto desistere il rapinatore.
    2- Purtroppo le pareti del mio appartamento sono sottili e non mi consentono di installare una cassaforte.

    Replica
    1. calessandrini Autore articolo

      Gentile Giorgio,
      La ringraziamo per il suo contributo sul nostro blog.
      Per quanto riguarda l’installazione di una cassaforte potrebbe prendere in considerazione un modello da esterno.
      Può farsi un’idea dei modelli, per trovare quello che fa al caso suo, sul nostro sito (a questa pagina).

      Un cordiale saluto,
      Viro Team

      Replica

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


nove − due =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>