I blocca disco: conoscerne pro e contro per usarli al meglio

Nel post precedente vi abbiamo parlato di come scegliere una catena di qualità per proteggere le vostre 2 Ruote. Quando si tratta di moto o scooter, un sistema di chiusura lucchetto + catena potrebbe non essere sufficiente e, per dormire sonni più tranquilli, potrebbe essere utile integrarlo con  un’ ulteriore protezione, come un blocca disco.
I blocca disco sono un antifurto molto usato su scooter e moto perché molto pratici: veloci da mettere e da togliere, non occupano troppo spazio e pesano poco. I blocca disco hanno però alcuni limiti di sicurezza che è importante conoscere, soprattutto per poterli utilizzare al meglio.

I vantaggi

I blocca disco sono relativamente leggericompattirapidi da applicare e togliere. In una parola sono molto comodi. I prodotti migliori sono anche caratterizzati da un’ elevata resistenza meccanica e da serrature sicure.

Il Viro New Hardened ad esempio, ha un corpo monolitico realizzato in acciaio cementato, temprato, ramato, nichelato e cromato. L’asta di chiusura, che può arrivare fino ad un diametro di ben 14 mm, è realizzata nello stesso materiale. Si tratta quindi di un antifurto particolarmente resistente agli attacchi con martelli, leve e strumenti da taglio. Dal punto di vista della serratura ha un barilotto in acciaio inox a  6 dischi difficile da aprire con il lockpicking e immune al key bumping.

Oltre alla protezione meccanica i blocca disco possono poi offrire una protezione elettronica aggiuntiva. I blocca disco dotati di sirena, come il Viro Sonar o il Viro Echo, in caso di tentativo di furto, emettono un allarme acustico. I prodotti più evoluti, come il Viro Sonar, consentono addirittura di ricevere le notifiche di allarme e la posizione della moto rubata sul proprio cellulare, interfacciandosi con l’antifurto satellitare Viro MAS.

I limiti

Come sempre, il primo fattore critico è la scelta di un prodotto di qualità. I blocca disco ultra economici hanno infatti il corpo costruito con leghe leggere davvero poco resistenti, che si spezzano facilmente con leve o martelli, e serrature facilmente attaccabili, come quelle tubolari.

I blocca disco economici hanno corpi fragili e serrature poco sicure.

I blocca disco economici hanno corpi fragili e serrature poco sicure.

Il vero rischio dei blocca disco è che – indipendentemente dalla qualità – in molti modelli di scooter possano essere elusi svitando il disco dalla ruota, in modo che questa possa girare anche se il blocca disco è ancora al suo posto. La facilità con cui il blocca disco può essere aggirato, dipende quindi dalla difficoltà con cui si può separare il disco dalla ruota. Nei casi più semplici è sufficiente svitare qualche vite: un’operazione che richiede pochi secondi, magari usando un avvitatore a batteria.

Come usarli al meglio

I dischi delle ruote posteriori sono in genere più scomodi da smontare, per questo conviene utilizzare il blocca disco proprio sulla ruota posteriore.
Per evitare che un potenziale ladro possa aggirare il blocca disco svitando il disco freno, è ancora meglio utilizzare un blocca disco per ogni disco. In questo caso per neutralizzarli sarebbe necessario privare la moto o lo scooter della possibilità di frenare, rendendone quindi sostanzialmente impossibile la guida. Rimarrebbe sempre la possibilità di caricare il mezzo su un furgone, ma questo è vero per tutte le soluzioni che non vincolino il mezzo ad un punto fisso (ecco perché la miglior sicurezza si ottiene utilizzando contemporaneamente un blocca disco di qualità e un buon lucchetto abbinato ad una robusta catena che consenta di ancorare la moto ad un punto fisso come un palo o una rastrelliera).

Per evitare cadute accidentali e danni all’impianto frenante, come in questo video, è buona norma utilizzare un cavo “reminder” che collega il blocca disco al manubrio, in modo da ricordarsi di togliere l’antifurto prima di partire. Questi cavi sono in genere di colori sgargianti, proprio per massimizzare la visibilità, e hanno forma a spirale, in modo da auto avvolgersi quando devono essere riposti.

Il cavo reminder Viro aiuta a ricordare di togliere il blocca disco prima di partire. In caso contrario la caduta è quasi certa!

Il cavo reminder Viro aiuta a ricordare di togliere il blocca disco prima di partire. In caso contrario la caduta è quasi certa!

Certo, questa è una precauzione che interessa soprattutto chi ha comprato un buon blocca disco, quelli scadenti infatti sono così fragili che se si parte, dimenticando di toglierli, in genere si rompono a metà!

Guarda il catalogo dei blocca disco Viro

4 pensieri su “I blocca disco: conoscerne pro e contro per usarli al meglio

  1. Pingback: Tre dettagli che distinguono un blocca disco efficace | Club Viro della sicurezza

  2. Pingback: Archi rigidi: pro e contro e 5 consigli utili | Club Viro della sicurezza

    1. calessandrini

      Gentile Francesco,

      prima di acquistare il Viro Sonar con diametro 10mm, dovrebbe verificare se la sua moto possiede un disco freno in vista e se sul disco freno i fori o le asole hanno una dimensione maggiore di 10 mm, affiché il Sonar possa essere fissato.

      Restiamo a disposizione per qualsiasi altro tipo di chiarimento.

      Un Saluto,
      Staff di gestione del blog Club Sicurezza Viro

      Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto − = quattro