Archivio tag: porta di ingresso

Consigli e prodotti per proteggere la porta di ingresso dai ladri

grimaldello-bulgaro-intro

Il grimaldello bulgaro: cos’è veramente e come difendersi

Ultimamente si è sentito molto parlare del cosiddetto “grimaldello bulgaro” o “attrezzo bulgaro”, spesso anche in modo improprio, con titoli quantomeno fuorvianti come “Il grimaldello infallibile che mette ko ogni serratura” o “Furti con la chiave infallibile che apre le porte blindate”.

In realtà il grimaldello bulgaro non è “infallibile” e non apre “tutte le serrature”, vediamo di fare un po’ di chiarezza. Continua a leggere

rosetta universale intro_700

Come installare una rosetta di sicurezza anche sulle serrature non predisposte (cioè senza fori DIN)

La rosetta di sicurezza, o defender, è un efficace scudo che protegge i cilindri a profilo europeo dagli attacchi più comuni. Normalmente per montarla è necessario che la serratura sia predisposta con 2 appositi fori per il passaggio delle viti di fissaggio, ma se questi non ci sono (perché la serratura non ne è dotata o perché è una versione per profilati metallici ove non c’è lo spazio materiale per praticarli)  si può comunque proteggere il cilindro con una rosetta di sicurezza universale. Continua a leggere

chiave-magica

I media parlano di “chiavi magiche” in grado di aprire “tutte le porte”, vero o falso?

Capita sempre più spesso di leggere sul giornale o di sentire in televisione di bande di ladri che grazie ad una speciale “chiave magica” o “chiave passepartout”, riescono ad aprire “qualsiasi porta” in pochi secondi e senza rompere nulla. In realtà le cose non sono esattamente così. Continua a leggere

spranghe-intro

Perché cambiare la porta se può bastare una spranga?

L’equazione porta sicura = porta blindata è sempre vera? No! Sia perché non tutte le porte blindate sono sicure, sia perché può non essere necessario avere una porta blindata per avere una porta sicura.

Approfondiremo il primo aspetto in un prossimo post, ma le porte blindate, purtroppo, non sono state create tutte uguali. Tanti prodotti economici di blindato hanno solo il nome. A livello puramente indicativo diciamo che una vera porta blindata non può costare meno di 1.500/2.000 euro. Inoltre, per essere efficace, una porta blindata deve essere montata a regola d’arte, in modo che non possa essere facilmente smurata, e la cosa non è banale, specie se si ha a che fare con muri non molto resistenti, come quelli di tanti palazzi costruiti nei decenni scorsi.

Viceversa, una porta non blindata può essere resa decisamente più resistente agli attacchi di forza bruta installando una o più spranghe, che migliorano la sicurezza da 3 punti di vista: Continua a leggere

spranga-elettronica-universale

La nuova Spranga Elettronica Viro: doppia protezione, serratura di sicurezza e allarme in tempo reale

Le cronache dei giornali ci raccontano quotidianamente di ladri sempre più specializzati  nell’aprire le porte di appartamenti, cantine e garage. Di fronte a questa specializzazione la strategia di difesa deve essere duplice. Da un lato è opportuno tenere aggiornate le proprie difese con le ultime soluzioni tecnologiche, ad esempio sostituendo le vecchie serrature a doppia mappa con dei nuovi cilindri europei di sicurezza. Dall’altro, però, è importante anche mescolare soluzioni e tecnologie diverse, ad esempio la meccanica e l’elettronica, senza affidare tutto ad un unico tipo di difesa. Soluzioni e tecnologie diverse richiedono infatti strumenti e competenze diverse per essere violate, ed è molto più difficile che un ladro le possegga tutte quante. Un ladro specializzato nell’aprire le porte con metodi di forza bruta (tutt’ora i più utilizzati) difficilmente sarà attrezzato anche per superare un allarme elettronico. Viceversa un ladro specializzato nel superare i sistemi di allarme non è detto che sia in grado di aprire anche una buona serratura di sicurezza, che richiede competenze e strumenti specifici per cercare di violarla.

Il problema è che adottare sistemi diversi, come una porta di sicurezza e un allarme elettronico, comporta maggiori costi e maggiori complicazioni anche per il proprietario. Per questo non è una soluzione così diffusa come dovrebbe.

La nuova Spranga Elettronica Viro può venire in aiuto in questi casi, proprio perché unisce, in un solo prodotto di semplice installazione, sia una protezione meccanica che una elettronica, riducendo così tempi, costi e complicazioni che si avrebbero nell’acquistare e installare due sistemi indipendenti. Ma i vantaggi non si fermano qui. La Spranga Elettronica Viro è anche molto veloce da installare, perché non richiede né opere murarie né collegamenti elettrici. L’autonomia dalla rete elettrica permette poi di installarla anche in locali dove non sia disponibile l’elettricità, come il caso di alcune cantine e garage. Continua a leggere

PRESS_ROOM

Contro i ladri «globalizzati» porte blindate e chiavi hi-tech

Articolo tratto da “Il Giornale” di sabato 6 luglio 2013:

Sono arrivati a pensare di affittare le serrature ogni due anni ai clienti, purché le cambino. «Chissà che in questo modo la gente non inizi a pensare che proteggere la propria casa, la propria vita e l’intimità, vale molto più che avere un cellulare nuovo…È durissima penetrare e cambiare questa mentalità anche in una città come Milano dove gli assalti alle abitazioni sono in costante aumento. Ho visto omoni di 100 chili piangere come bambini perché si sentivano violati in maniera irreparabile dopo un furto a casa loro. Tuttavia, se la gente acquista un telefonino uno volta all’anno, con la serratura di casa lo fa soltanto quando viene derubata, magari in agosto. Allora è disposta a tutto. Ed è proprio in quel momento che può diventare facile preda del Far West dei truffatori. Invece, ogni tanto, basterebbe chiedersi: da quand’è che non cambio la chiave di casa? E affidarsi a uno specialista. Senza spendere un’enormità, ma neanche pretendendo di avere il massimo con il minimo costo».

 Leggi tutto l’articolo

spaccato-cilindro-europeo

7 buoni motivi per proteggere casa con un cilindro europeo

Stando ai dati delle denunce raccolte dalle forze dell’ordine, in Italia il 60% dei furti con effrazione avviene attaccando la porta principale, percentuale che può arrivare anche al 90% in ambito cittadino, dato che ai piani alti dei palazzi e dei condomini è più difficile per i ladri utilizzare gli altri accessi. Negli ultimi anni le serrature con cilindro europeo si sono diffuse sempre più, andando spesso a sostituire altre tipologie di serratura, anche dove è richiesta la massima sicurezza, come sulla porta principale delle abitazioni. Perché?

Sia per motivi di sicurezza che di praticità. Vediamo i principali:

1. È più difficile da aprire con destrezza rispetto alla doppia mappa tradizionale

I cilindri europei non possono essere aperti con il “grimaldello bulgaro” che, diffusosi negli ultimi anni, ha reso estremamente vulnerabili le serrature a doppia mappa tradizionali. Non a caso molte vecchie serrature a doppia mappa sono state sostituite da moderne serrature con cilindro a profilo europeo. Inoltre, sempre rispetto alla doppia mappa, il cilindro europeo ha una fessura per l’inserimento della chiave più stretta, che rende più difficile introdurre e manovrare strumenti da scasso.

Come vedremo il cilindro europeo può essere vulnerabile ad altre tecniche di apertura con destrezza, come il lockpicking e il key bumping, per i quali esistono però efficaci contromisure. Continua a leggere