basculante

3 semplici soluzioni per rendere più sicura la porta del garage

Il  posto più sicuro dove mettere l’auto o la moto è il garage. O no? In effetti, se forzare la porta è un gioco da ragazzi, il garage può essere paradossalmente meno sicuro che lasciare l’auto o la moto in strada. Una volta all’interno, infatti, il ladro ha tutto il tempo per agire con calma senza essere visto, mentre in strada ha in genere fretta per il timore di essere notato.

Purtroppo le serrature installate come primo equipaggiamento sulle porte dei garage non offrono di solito un livello adeguato di sicurezza. In molti casi, complice la scarsa robustezza delle porte stesse, si possono aprire facilmente dall’esterno, manovrando la leva di sblocco interna con un ferretto introdotto attraverso un piccolo foro, come si vede in questo video. Le serrature standard sono inoltre scarsamente resistenti allo strappo e al trapano, e non proteggono adeguatamente la porta contro lo sfondamento o il sollevamento con il piede di porco.

Un primo passo per migliorare la sicurezza del garage è quindi semplicemente sostituire la serratura di serie con una più resistente. Per quanto riguarda le porte basculanti 3 sono le alternative interessanti.

Serratura corazzata

Una serratura corazzata costituisce l’alternativa più sicura, perché il corpo è protetto (con piastre di acciaio dello spessore di diversi millimetri) contro gli attacchi di forza bruta, mente il cilindro è difeso da un’apposita corazza contro lo strappo ed il trapano.
Una buona serratura corazzata ha inoltre più di un punto di chiusura, laddove le serrature di primo equipaggiamento ne hanno in genere uno solo, cosa che rende piuttosto facile sfondare la basculante o sollevarla con il piede di porco.

Serratura corazzata per porta basculante

Serratura corazzata per porta basculante

Guarda come installare una serratura corazzata
Guarda la caratteristiche tecniche della serratura corazzata Viro

Serratura corazzabile

Un’alternativa interessante, quando la lamiera della basculante è sufficientemente spessa, è quella delle serrature corazzabili utilizzando una rosetta di sicurezza, predisposte per cilindri a profilo europeo. In questo modo il cilindro viene efficacemente protetto contro lo strappo e il trapano, mentre il corpo della serratura rimane protetto dalla basculante stessa.

Serratura per cilindro a profilo europeo corazzabile con rosetta di sicurezza

Serratura per cilindro a profilo europeo corazzabile con rosetta di sicurezza

 Guarda come sostituire una serratura di primo equipaggiamento con una corazzabile
 Guarda le caratteristiche tecniche della serratura corazzabile Viro

Serratura corazzabile multi punto

Le serrature di primo impianto hanno in genere un solo punto di chiusura. Una soluzione più sicura può essere offerta da una serratura che sfrutti fino 4 punti di chiusura, 2 orizzontali e 2 verticali. In questo modo si distribuisce lo sforzo dovuto ad un tentativo di sfondamento o di sollevamento su più punti e si contrasta l’azione del piede di porco su tutti i lati.

Serratura corazzabile multipunto

Serratura corazzabile multipunto

 Guarda le caratteristiche tecniche della serratura corazzabile multi punto Viro

In tutti i casi un elemento importante per la sicurezza di una serratura da basculante è che il comando per l’apertura dall’interno non sia facilmente agganciabile dall’esterno con strumenti da scasso. Troppo spesso viene utilizzata a questo scopo una semplice levetta che è facilmente azionabile con un gancio fatto penetrare dall’esterno attraverso un foro praticato nella lamiera della basculante, in genere piuttosto sottile. Sistemi più sicuri sono quello a vite come nella serratura Viro 8217 o con pomolo molleggiato come nelle serrature Viro 8234 e 1.8252.

Installare una serratura migliore sulla basculante del garage richiede pochi minuti di lavoro. L’estate può essere il periodo giusto per farlo, sia perché è più facile trovare il tempo per qualche lavoretto, sia perché è fondamentale tornare dalle vacanze e ritrovare il garage con tutto il suo contenuto così come lo avevamo lasciato…

Condividi questo post
Share in top social networks!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


quattro − = tre

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>