Archivio tag: sistemi di chiave

I sistemi di chiave che migliorano la sicurezza e la praticità

i sistemi a chiave maestra e a chiave maestra generale per alberghi, ospedali e comunità

I sistemi di chiavi utili per alberghi, ospedali e comunità

Nei vecchi romanzi gialli c’è sempre un albergo su una scogliera, una camera con un cadavere e qualche maggiordomo in possesso di un passepartout che apre tutte le porte… in effetti gli alberghi e le strutture ricettive in genere sono i tipici utenti di un sistema a chiave maestra, dove ogni porta si apre con la propria chiave, ma c’è una chiave che apre tutte le porte, il famoso passepartout appunto.

Il motivo è evidente: ogni ospite deve poter accedere solo alla propria stanza, mentre il personale dell’albergo deve poter accedere a tutte le stanze per le varie esigenze di servizio. Continua a leggere

uffici-intro

I sistemi di chiavi per chi gestisce uffici ed enti

Avere a che fare con i grandi uffici, come utenti, può essere frustrante. Ma anche chi deve gestirne le politiche di sicurezza ha i suoi grattacapi. Uno dei problemi è fare in modo che alle varie stanze possano accedere solo le persone autorizzate.

Prendiamo ad esempio un’organizzazione che deve gestire diversi uffici e reparti, come un comune, una banca, o il quartier generale di una grossa società. I singoli impiegati devono avere accesso ai propri uffici, ed eventualmente a stanze comuni, come i bagni e le sale riunioni, ma magari non devono avere accesso agli uffici degli altri impiegati. I capi reparto devono invece aver accesso a tutti i locali del proprio reparto, ma forse non a quelli degli altri reparti. I livelli gerarchici superiori devono infine avere libero accesso a tutta la struttura.

I sistemi a chiave maestra

Una situazione come questa non si può gestire con le comuni serrature, in cui ad ogni porta corrisponde una chiave diversa, perché i livelli gerarchici superiori dovrebbero essere dotati di tante chiavi diverse quante sono le porte delle stanze cui hanno accesso. Una soluzione decisamente scomoda e che può facilmente generare errori e quindi problemi di sicurezza. Questi inconvenienti possono essere superati usando un sistema di chiavi (anche detto “ammaestramento”) che permetta di gestire diversi livelli gerarchici, come un sistema a chiave maestra (sistema Master Key o MK) o uno a chiave maestra generale (sistema General Master Key o GMK). Continua a leggere

condominio-intro-664x288

Come ridurre il numero di chiavi in un condominio o in una casa plurifamiliare

Ogni condominio è diverso dall’altro, ma tutti hanno in comune una cosa: ci sono una o più aperture che devono essere aperte da tutti i condomini, mentre altre devono essere aperte da un solo condomino. Le prime sono tutti i passaggi comuni, come i cancelli di accesso ai cortili e all’area garage, i cancelletti pedonali, i portoni delle scale e le porte della zona cantine. Le seconde sono gli accessi alle aree private, come le porte degli appartamenti, i portelloni garage dei box auto e le porte delle singole cantine.

Avere più serrature significa in genere anche avere più chiavi. Chiavi da aggiungere a quelle dell’auto, dell’ufficio, di casa, della bicicletta… A prima vista i risultati possibili sono 2: o tanti piccoli mazzi di chiavi sempre a rischio di essere dimenticati da qualche parte o un unico grande mazzo scomodo da trasportare e difficile da usare. Ma come abbiamo già visto nel caso dei negozi, non deve essere necessariamente così. Continua a leggere

shop

I due sistemi di chiavi utili a chi ha un negozio

Un negozio può avere una gestione anche piuttosto complessa delle chiavi. Tipicamente ci sono infatti diverse serrature: serrande, porta di ingresso, porte di uffici e magazzini, eventuali ingressi secondari o cancelli, inferriate e cancelletti di sicurezza. Se ogni serratura viene gestita in modo indipendentemente il mazzo di chiavi diventa presto molto voluminoso, scomodo da portare e da usare. Continua a leggere

Immagine di Alan Cleaver

Come ridurre il mazzo delle chiavi: i sistemi a chiave uguale (KA)

È una situazione comune quando si torna a casa. Si estrae faticosamente dalle tasche o dalla borsa un grosso mazzo di chiavi, si cerca la chiave del cancello e lo si apre. Ci si ferma davanti al portellone del garage, si riprende il grosso mazzo di chiavi, si cerca quella giusta e si apre. Usciti dal garage arriviamo al cancello di sicurezza davanti alla porta d’ingresso, poi alla porta stessa e di nuovo dobbiamo utilizzare più volte il grosso mazzo di chiavi.

Entrati in casa, se  abbiamo cancelletti di sicurezza al balcone o alle finestre, cerchiamo ancora una volta la chiave giusta. Speriamo di non aver dimenticato il vino in cantina, altrimenti dobbiamo per l’ennesima volta prendere il grosso mazzo di chiavi e cercare anche quella della cantina. Ma deve per forza andare così?

Immagine di Esther Simpson

Un sistema a chiave uguale evita di dover cercare la chiave giusta per ogni porta (Foto di Estherase).

Continua a leggere