Archivio tag: lockpicking

Il lock picking e le serrature resistenti a questa tecnica

cilindro-alta-sicurezza-intro_IV

Come si riconosce un cilindro europeo di alta sicurezza? – Parte IV

In questa quarta e penultima puntata della serie dedicata alle caratteristiche che contraddistinguono i cilindri a profilo europeo di alta sicurezza concluderemo l’analisi degli accorgimenti che ostacolano le aperture con destrezza, concentrandoci sui sistemi che permettono di fronteggiare una tecnica di manipolazione sempre più diffusa e insidiosa: il key bumping. Continua a leggere

cilindro-alta-sicurezza-intro_III

Come si riconosce un cilindro europeo di alta sicurezza? – Parte III

Continuiamo il viaggio alla scoperta delle caratteristiche che, nonostante la comune forma esterna del corpo, rendono i vari cilindri a profilo europeo molto diversi tra di loro, soprattutto come affidabilità e resistenza agli attacchi.

Dopo aver visto nei primi due articoli le caratteristiche che consentono ai cilindri europei di resistere agli attacchi con forza bruta, che sono i più frequenti, cominciamo ora a vedere come deve essere realizzato un cilindro a profilo europeo per resistere alle aperture con destrezza, meno comuni, ma più insidiose. Continua a leggere

Le aperture con destrezza sono utilizzate dai ladri solo nel 5% dei casi.

Su internet ci sono video in cui serrature e lucchetti vengono aperti con grande facilità… è davvero così?

Aprire una serratura senza romperla è possibile, e tanti video su internet lo dimostrano. A vederli sembra anche una cosa molto semplice. Ma per evitare di farsi impressionare, è bene tenere presente che nella realtà le cose sono decisamente più complesse.

In primo luogo aprire una serratura con destrezza con la tecnica del lockpicking non è per niente facile. Per questo chi riesce a farlo è spesso orgoglioso di sé, si filma e pubblica i video su internet. Perché è un’attività che richiede una grande abilità, come tuffarsi dalla piattaforma o suonare il violino. Si può imparare, ma richiede impegno, studio, dedizione e tanta pratica. Non è una cosa che si possa improvvisare e non è un’abilità così diffusa, tant’è che meno del 5% dei furti avviene con questi metodi. Il resto avviene passando da aperture lasciate aperte o scassinando porte e finestre con la forza.

In secondo luogo, se si guardano attentamente questi filmati, si vede che nella quasi totalità dei casi, i lucchetti o i cilindri vengono tenuti in mano, ben illuminati da una luce diretta e chi pratica il lockpicking si trova in un ambiente tranquillo e silenzioso, come uno studio. Continua a leggere