intro_bici_garage

Rendi più sicuro il garage per la tua bici!

“E se la bici, invece che in strada, fosse parcheggiata in garage?” La settimana scorsa ci siamo lasciati con questa domanda. La risposta è semplice: parcheggiare la bicicletta in garage è una buona idea, a patto che la porta sia sufficientemente sicura. La vostra lo è?

Parcheggiare la bicicletta all’interno del proprio garage potrebbe sembrare a prima vista la soluzione più adatta a mantenerla protetta. Tuttavia questo non è sempre vero. Le serrature installate come primo equipaggiamento sulle porte dei garage infatti non offrono di solito un livello adeguato di sicurezza. Le serrature standard sono scarsamente resistenti allo strappo e al trapano, e non proteggono adeguatamente la porta contro lo sfondamento o il sollevamento con il piede di porco. In molti casi però, la causa principale dei furti portati a termine, è da ricercare nella scarsa robustezza delle porte stesse (costituite da lamiere molto sottili, di spessore ad es. 0,6 mm o 0,8 mm).

Spesso, gli oggetti riposti nei garage, soprattutto mezzi di locomozione come le bici, anche da corsa, sono perfino di maggior valore di tanti altri beni custoditi in casa, e i malintenzionati ne sono consapevoli.


Per questo motivo è sempre bene prendere precauzioni di sicurezza adeguate, in particolar modo per rinforzare la porta del garage. Vediamo come.

Esistono diverse soluzioni per sostituire una serratura standard con un sistema di chiusura più sicuro. Di seguito ve ne illustriamo tre possibili.

  • Il primo modo è dotarsi di una serratura corazzata, come la Viro 8217, in modo tale che il lato esterno della serratura sia protetto (con piastre di acciaio dello spessore di diversi millimetri) contro gli attacchi di forza bruta, mentre il cilindro sia difeso da un’apposita corazza contro lo strappo ed il trapano.
  • La seconda alternativa consiste nell’acquistare serrature corazzabili (ad esempio gli articoli Viro serie 1.8234 e 1.8252) che offrano molteplici punti di chiusura. In questo modo si distribuisce lo sforzo dovuto ad un tentativo di sfondamento o di sollevamento su più lati e si può contrastare l’azione del piede di porco su tutto il perimetro del garage. È possibile raggiungere un buon livello di sicurezza anche sul cilindro, corazzando la serratura, ad esempio con la rosetta art. 806.

    La rosetta di sicurezza offre protezione contro lo strappo ed il trapano, mentre le piastre di copertura, fornite insieme alla rosetta stessa, coprono i fori preesistenti (lasciati dalla rimozione delle mostrine plastiche esterne, tipiche delle serrature di primo impianto) e contribuiscono anche alla difesa della serratura.
  • Infine, un terzo metodo che rende ancora più efficace la presenza di una serratura corazzata, è quello di installare ulteriori accessori per accrescere la sicurezza generale della porta del garage e del sistema di chiusura già installato.
    Elenchiamo le possibilità principali:

– applicare internamente una piastra di protezione in acciaio cementato, temprato e zincato, per impedire una eventuale foratura della lamiera della porta effettuata con trapano o fresa a tazza; infatti, come abbiamo visto nelle foto all’inizio del post, i ladri spesso passano attraverso un foro praticato nella lamiera per agganciare o impugnare il comando per l’apertura dall’interno e tentare di sbloccare la serratura;

– installare orizzontalmente una spranga di rinforzo nel lato inferiore della basculante, per contrastare le forzature con lunghe leve che tentino di piegare i lati della porta ed allo stesso tempo per superare il problema del possibile sblocco ottenuto forando la basculante, infatti la Spranga Universale Viro non è azionata da una maniglia, ma solo dalla chiave del cilindro;

– servirsi di un gruppo di fissaggio, come il Nuovo Condor con lo specifico accessorio per applicazioni su basculanti, per garantire un’ulteriore ancoraggio al suolo, che impedisca il sollevamento forzato della porta del garage.

Guarda la gamma di serrature per basculanti Viro

Guarda le Spranghe Universali

Guarda il Nuovo Condor

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× sei = trenta sei

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>