Se si lega solo la ruota il resto della bici si può rubare svitando 2 viti.

Rischi anche tu uno di questi 6 errori quando leghi la bici?

Negli ultimi mesi in Italia si vendono più bici che auto, e infatti le nostre città si stanno (ri)popolando di biciclette. Uno dei problemi che affliggono i ciclisti urbani è però la piaga dei furti. Rubare una bici è relativamente facile e – a differenza delle auto e delle moto – non ha targa né un proprietario ufficiale: di fatto è di chi se la prende… per questo è molto importante legarla in modo da scoraggiare al più possibile le “appropriazioni indebite”. Purtroppo invece sono ancora tanti i ciclisti che legano le proprie bici in modo così maldestro da rendere la vita particolarmente facile ai ladri, anche i meno attrezzati.

Questo è quello che abbiamo trovato ieri in una passeggiata di un quarto d`ora in centro a Bologna:

1. Legare la catena in modo che si sfili con un gesto

Piuttosto che legare la bici in modo che la catena possa essere sfilata con un semplice gesto è meglio non legarla affatto: ci si risparmia la fatica ed il risultato è identico.

I modi più comuni per legare la catena in modo che si sfili con un semplice gesto sono legarla attorno al piantone della sella (basta sfilarla da sopra, o al peggio sfilare il piantone) o addirittura attorno al manubrio, come in questo caso:

Catena semplicemente appoggiata al manubrio, per sfilarla basta un gesto

Catena semplicemente appoggiata al manubrio, per sfilarla basta un gesto

La catena (o il cavo) deve invece sempre passare all`interno di una triangolatura chiusa del telaio, quella che sorregge la ruota posteriore o quella centrale.

2. Usare una catena o un cavo che “si taglia con un grissino”

Al secondo posto della hit parade troviamo l`uso di catene o cavi d`acciaio di sezione così ridotta da tagliarsi facilmente in pochi secondi con un tronchese tascabile, che si può manovrare tenendolo nascosto in mano, in modo da essere quasi insospettabili, almeno per gli occhi distratti dei passanti:

Una catena con una sezione così ridotta si taglia con un tronchese altrettanto piccolo.

Una catena con una sezione così ridotta si taglia con un tronchese altrettanto piccolo.

Questa è solo leggermente più resistente.

Questa è solo leggermente più resistente.

I cavi intrecciati si tagliano più facilmente delle catene, quando sono così sottili poi...

I cavi intrecciati si tagliano più facilmente delle catene, quando sono così sottili poi…

I cavi d`acciaio devono avere una sezione di almeno 8 mm e le catene di almeno 5 mm (poi dipende anche dai materiali utilizzati e, nel caso delle catene, dalla forma della sezione delle maglie) in modo da poter essere tagliati solo con cesoie di medie/grosse dimensioni difficili da portarsi in giro e da utilizzare senza destare sospetti.

3. Non ancorare la bici ad un punto fisso

Se si utilizza una buona catena, ma non si lega la bici a nessun punto fisso, come in questo caso:

Solo la ruota posteriore è legata: la bici si può prendere e portare via senza problemi.

Solo la ruota posteriore è legata: la bici si può prendere e portare via senza problemi.

L`unica cosa che serve ad un ladro è un po` di faccia di bronzo per prendere la bici e portarla via a mano, come se fosse sua e avesse dimenticato le chiavi a casa… Per questo la bici va legata ad un punto fisso ogni volta che è possibile.

4. Legare ad un punto fisso non la bici ma solo una ruota, magari l`anteriore

Qui la bici è ancorata ad un punto fisso e non asportabile senza un minimo di lavoro:

Se si lega solo la ruota il resto della bici si può rubare svitando 2 viti.

Se si lega solo la ruota il resto della bici si può rubare svitando 2 viti.

Ma purtroppo serve veramente poco: basta svitare i 2 dadi che fissano la ruota o, ancora più facile, sbloccare lo sgancio rapido se presente, per portare via la bici lasciando la ruota al suo posto, come in questo caso:

Questo è quello che succede quando si lega solo la ruota...

Questo è quello che succede quando si lega solo la ruota…

Il ladro si ritroverà così con una bici senza una ruota, ma potrà sempre recuperarla facilmente da una bici legata facendo l`errore seguente.

5. Non legare le ruote

Non esistono solo i furti di bici intere, ma anche di singoli pezzi. Se si lega solo il telaio ad un punto fisso, come in questo caso:

Solo il telaio è legato ad un punto fisso, le ruote si possono asportare svitando 2 viti.

Solo il telaio è legato ad un punto fisso, le ruote si possono asportare svitando 2 viti.

rubare il telaio è difficile, ma rubare le ruote, in particolare l`anteriore, è un gioco da ragazzi e il nostro ladro ha una bella ruota da abbinare alla bici rubata come al punto precedente. Per questo è bene cercare di legare il maggior numero di componenti possibile, a partire dalle ruote. Con una sola catena è facile legare assieme ruota e telaio ad un punto fisso. Con una seconda catena si può legare anche l`altra ruota, innalzando drasticamente la protezione sulla nostra bici:

Un esempio di come si lega bene una bici: una catena lega la ruota anteriore e il telaio ad un punto fisso, mentre una seconda catena lega la ruota posteriore al telaio.

Un esempio di come si lega bene una bici: una catena lega la ruota anteriore e il telaio ad un punto fisso, mentre una seconda catena lega la ruota posteriore al telaio.

6. Far toccare a terra le catene, i lucchetti o i cavi

Tutto quello che può essere tagliato con una cesoia, come le catene, i cavi e i lucchetti, non dovrebbe mai toccare terra.

Una catena o un lucchetto che tocca a terra si taglia molto più facilmente.

Una catena o un lucchetto che tocca a terra si taglia molto più facilmente.

In questo caso, infatti, diventa molto più semplice tagliarlo con una cesoia appoggiando un braccio a terra e caricando tutto il peso sull`altro braccio. Se, viceversa, il pezzo da tagliare è sollevato, bisogna stringere la cesoia con le due mani, e la forza che si riesce ad imprimere è decisamente inferiore.

I buoni esempi

Per finire una carrellata di esempi di bici ottimamente legate. Nessun antifurto è sicuro al 100%, ma possiamo essere certi che tra una bici legata così e una legata male un ladro sceglierà sempre quest`ultima.

Una catena con lucchetto lega la ruota anteriore e il telaio ad un punto fisso e chiude un grosso cavo d`acciaio che lega la ruota posteriore.

Una catena con lucchetto lega la ruota anteriore e il telaio ad un punto fisso e chiude un grosso cavo d`acciaio che lega la ruota posteriore.

Qui la ruota e il telaio sono legate ad un punto fisso con un cavo corazzato. Una catena fissa invece la ruota posteriore.

Qui la ruota e il telaio sono legate ad un punto fisso con un cavo corazzato. Una catena fissa invece la ruota posteriore.

Il telaio è ancorato ad un punto fisso con un lucchettone ad U che chiude anche un grosso cavo che assicura le 2 ruote.

Il telaio è ancorato ad un punto fisso con un lucchettone ad U che chiude anche un grosso cavo che assicura le 2 ruote.

Questo è un modo molto semplice ma efficace di legare la bici: una catenai buona qualità lega telaio e ruota anteriore (quella più facile da asportare) ad un punto fisso.

Questo è un modo molto semplice ma efficace di legare la bici: una catenai buona qualità lega telaio e ruota anteriore (quella più facile da asportare) ad un punto fisso.

Legare una bici in questo modo non richiede più tempo che legarla male, ma è molto più sicuro!

Guarda il catalogo dei prodotti Viro specifici per le 2 ruote

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


due × otto =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>