morso vs copia-intro

DIFFIDATE DALLE IMITAZIONI – CAPITOLO I – MORSO ORIGINALE VIRO VS COPIA

Una nota rivista era solita vantarsi di essere oggetto di “innumerevoli tentativi di imitazione”. In effetti è destino dei prodotti di successo dare origine ad una folta schiera di imitazioni, copie e cloni variamente assortiti. Spesso queste copie possono sembrare a prima vista molto simili agli originali, ma lo sono anche sostanzialmente?

È ovviamente vittima di imitazioni chi è stato il primo a progettare e lanciare sul mercato un prodotto di successo.  Mostriamo quindi innanzitutto come il Morso Viro (insieme agli altri lucchetti per catena che analizzeremo nei prossimi post) sia un articolo frutto dell’ingegno italiano, la cui ideazione risale ad oltre 30 anni fa, come dimostra la pagina del catalogo Viro 1984 che lo presentò per la prima volta. frontespizio morso

 

morso vs copia

Proviamo a confrontare il lucchetto con catena per biciclette Viro Morso con una sua copia abbastanza diffusa. In questo post passeremo in rassegna le differenze che si possono notare ad occhio. Nel prossimo vedremo come si comportano i due prodotti sottoposti ad una serie di test per valutarne la resistenza.

Prezzo.

Il prezzo al pubblico dei due lucchetti dipende ovviamente anche dal rivenditore dal quale li si acquista, ma entrambi si possono trovare per cifre che si aggirano dai 18 ai 25 € circa. Il prezzo non è quindi una variabile molto rilevante in questo confronto. Vediamo invece dove si nascondono le vere differenze.

Corpo in ottone vs zama. confronto-corpo-morso-clone

Nella foto di sinistra si può vedere come il corpo all’interno della corazzatura abbia l’inconfondibile colore giallo dell’ottone. Il corpo della copia invece, ha il colore tipico dell’alluminio perché è realizzato in zama, una lega formata prevalentemente da zinco e alluminio. Le caratteristiche meccaniche dell’ottone sono decisamente superiori a quelle della lega zama, come si vede da questa tabella:

TIPO SIGLA DEL MATERIALE USATO Caratteristiche meccaniche
CARICO DI ROTTURA ALLA TRAZIONE ALLUNGAMENTO PRIMA DELLA ROTTURA DUREZZA SUPERFICIALE
Rm [N/mm²] A% HB
OTTONE CW 614N 450 24 140
ZAMA  ZAMA 13 da 300 a 400 da 2 a 8 da 80-100

In parole povere l’ottone è molto più resistente alla trazione perché riesce a sopportare una grande deformazione prima di cedere e rompersi, è molto più duro, quindi più difficile da tagliare e da forare e più resistente all’usura.

I vantaggi della zama sono invece solo dal punto di vista del produttore. Il suo pregio principale è infatti di essere un materiale molto economico e facilmente lavorabile.

Catena a maglia semiquadra VS maglia quadra.sezione-catena-morso-clone

sezione maglia

A sinistra la sezione semiquadra, caratterizzata da una parte squadrata e da una tonda, a destra la sezione quadra, caratterizzata da tutti gli angoli retti.

Nella foto di sinistra si vede come la sezione dell’anello della catena del Viro Morso abbia un profilo semiquadro che la rende più difficile da serrare in modo avvolgente con le cesoie, che generalmente hanno lame adatte a tagliare profili tondi o talvolta profili quadrato, ma non ne esistono con lame idonee contemporaneamente ad entrambi i tipi di profilo. La maglia della copia ha invece proprio un profilo quadrato che la rende più facilmente attaccabile dagli strumenti da taglio.

Dimensioni anelli della catena a confronto.morso - confronto lunghezza anelli2

Nella foto si vede come i singoli anelli della catena del Viro Morso (a destra) siano molto più corti di quelli della copia (a sinistra). Ovviamente, a parità di lunghezza totale, una catena composta da un maggior numero di anelli corti ha un costo di realizzazione più elevato, perché serve più materiale per costruirla, ma altrettanto ovviamente un anello corto rappresenta un notevole vantaggio in termini di sicurezza perché, lasciando meno spazio vuoto al proprio interno, è molto più resistente ai tentativi di romperlo inserendovi una leva o la lama di una cesoia.

Spessori corazza a confronto.spessore corazza morso

A sinistra vediamo il lucchetto copia (riconoscibile dal colore grigiastro del corpo), a destra vediamo invece il lucchetto del Viro Morso. La differenza nello spessore delle corazze si può osservare ad occhio nudo. Inutile dire come una corazza più spessa sia più resistente (inoltre alcuni test, che riporteremo in prossimi post, hanno mostrato un’altra differenza sostanziale, ovvero: mentre l’acciaio usato nella corazza del prodotto Viro, oltre che di spessore maggiore, è anche temprato, quello della copia non è temprato, quindi ha una durezza decisamente insufficiente).

Asta antistrappo VS asta non antistrappo.morso vs copia-testa

A sinistra vediamo l’asta antistrappo del Viro Morso con testa a rottura programmata, realizzata cioè in modo che, provando a tirare con strumenti da scasso la testa dell’asta, prima di riuscire a strappare l’asta stessa dalla propria sede, la testa si spezza, lasciando l’asta al proprio posto e il lucchetto chiuso. A destra vediamo invece la testa della copia che è realizzata in un corpo unico con l’asta. In questo caso si può riuscire ad aprire il lucchetto afferrando la testa e tirandola fino a strappare l’asta dalla propria sede.

Serratura a perni VS a lamelle.morso vs copia-chiavi

Guardando le chiavi si può notare come la serratura Viro (chiavi di sinistra) sia del tipo a pistoncini (perni), mentre quella della copia (chiavi di destra) sia del tipo a lamelle (facilmente identificabile dal fatto che la cifratura è presente su ambo i lati della chiave). Una serratura a pistoncini ha molte più possibili combinazioni diverse di una a lamelle (nell’ordine di svariate migliaia per quella a pistoncini contro alcune centinaia per quella a lamelle) ed è più difficile da aprire con le tecniche di manipolazione.

Made in Italy VS made in China.confronto provenienza morso vs copia

Il Viro Morso (a sinistra) è Made in Italy, la copia (a destra) è Made in China.
Un lucchetto Viro Made in Italy è in grado di offrire non solo prestazioni decisamente superiori, ma anche un’elevata affidabilità nel tempo e soprattutto la certezza di una qualità costante, laddove invece la qualità dei prodotti economici di importazione è sempre molto variabile in base al lotto di produzione.
Per tutti i prodotti Viro è inoltre disponibile una completa scheda tecnica  consultabile direttamente online, in modo da sapere sempre prima con esattezza, cosa stiamo per acquistare.

Conclusioni

Il costo al pubblico dei due lucchetti con catena è simile, ma il Viro Morso originale offre decisamente di più:

  • una maggiore sicurezza grazie a materiali più resistenti e ad accurate scelte costruttive;
  • una maggiore durata nel tempo grazie a trattamenti termici e chimici migliori;
  • la certezza di una qualità costante, laddove le varie imitazioni possono essere anche molto diverse tra loro.

Siamo quindi di fronte al frequente caso in cui l’originale batte nettamente la copia. Nel prossimo post vedremo come i test di laboratorio lo confermino.

 

Guarda la scheda tecnica del lucchetto con catena Viro Morso.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


cinque × sei =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>