da esterno o da incasso

Cassaforte da esterno o da incasso?

Una cassaforte da incasso ben murata è più sicura rispetto ad una cassaforte da esterno, perché è più difficile asportarla o attaccare la cassa. Purtroppo però murare una cassaforte non è sempre possibile. In questo caso si può scegliere un modello da esterno (o da appoggio/da appoggiare), a patto che rispetti alcuni requisiti.

Una cassaforte da incasso, riconoscibile per le alette sul fondo

Una cassaforte da incasso, riconoscibile per le alette sul fondo

A parte i casi in cui non si possano o non si vogliano eseguire lavori di muratura, ad esempio perché i locali sono in affitto, il fattore principale che condiziona la possibilità di murare una cassaforte è lo spessore del muro. Le casseforti da incasso sono in genere profonde 20 cm e, per essere murate correttamente, richiedono muri dello spessore di almeno 30 cm. Per muri più sottili sono disponibili alcuni modelli con profondità ridotta a 15 cm, che richiedono comunque un muro dello spessore di almeno 20 cm. È importante anche il tipo di muratura, ovvero che la malta usata sia di buona qualità, realizzata utilizzando cemento tipo CEM II/A-LL 42,5 R (UNI EN 197-1) miscelato a sabbia in dosaggio 400 kg/m3. Ovviamente un muro in cemento armato è preferibile rispetto ad uno in mattoni forati, mentre è assolutamente da evitare un muro di cartongesso.

La necessità di doverle murare limita la profondità massima delle casseforti da incasso, per questo quando si ha bisogno di modelli particolarmente capaci bisogna optare per quelli da esterno.

Per resistere ad eventuali attacchi le casseforti da esterno devono avere una cassa rinforzata rispetto a quelle da incasso (le casseforti Viro hanno pareti in acciaio dello spessore di 3 mm invece che 2 mm) e devono avere fori di fissaggio sia sul fondo che sulla base per consentire l’intassellamento su entrambi i lati.

Una cassaforte da esterno, riconoscibile per la finitura della cassa e l'assenza di alette sul fondo.

Una cassaforte da esterno, riconoscibile per la finitura della cassa e l’assenza di alette sul fondo.

Nei muri molto spessi (40 cm e oltre) è possibile ottenere la massima sicurezza incassando una cassaforte da esterno, dopo aver fissato al fondo delle zanche anti smuramento.

Una cassaforte da esterno con le zanche fissate al fondo in modo da poter essere murata

Una cassaforte da esterno con le zanche fissate al fondo in modo da poter essere murata

In ogni caso, che sia da esterno o da incasso, l’installazione della cassaforte può essere resa più sicura con alcuni semplici accorgimenti, come visto un predente post.

Guarda le video istruzioni su come murare una cassaforte da incasso

  Guarda le video istruzioni su come fissare una cassaforte da esterno

  Guarda il catalogo delle casseforti Viro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− quattro = due

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>